My Blog

Mancanza d'idee

La condizione esistenziale dello scrittore sembra debba essere caratterizzata da un macerarsi continuo ed imperterrito in molteplici riflessioni. Qualsiasi cosa sentita, vista, percepita diviene motivo della nascita di un pensiero. Nulla viene vissuto nella comune normalità di altre persone. Persino da bambina, quando avrei dovuto concentrarmi esclusivamente sui giochi di fantasia, ero assalita da dubbi e paure più grandi di me. E allora, mi chiedo, perchè se è questa, a quanto sembra la mia natura, devo temere di non farcela ad affermarmi in tale campo? Perchè devo guardare le pagine di "Luis" lacerandomi nel timore di non essere capita? Di ricevere solo e soltanto rifiuti quando finalmente prenderà la strada della posta? Senza contare l'assoluta assenza di suggerimenti da chi ama ciò che amo io. Da chi insegue i medesimi sogni e aspettative. Sembra che tutti stiano là pronti a distruggerti per chissà quale strano motivo. Mi riesce davvero difficile comprendere tale atteggiamento. Intollerabile negli artisti affermati ma ancor di più in coloro gettati nell'arena del combattimento, in nome di un'emersione complicata da ottenere.
Dovrei redarre, per anticiparmi, il soggetto del romanzo da allegare alle copie. Diciamo una presentazione comprendente a grandi linee le parti salienti della vicenda. Ebbene non so decidermi a farlo. Non so come riassumerla e soprattutto non so in quale modo promuoverla. Mi vengono mille ipotesi di inizio in testa e le boccio sistematicamente, benchè avvezza a pubblicizzare giovani autori per via del lavoro di responsabile dell'ufficio stampa svolto per una scuola di fumetto. Sarà che è più facile quando si tratta di altri e non di te stessa.
...
A quanto pare sto di nuovo affogando nelle mie elucubrazioni interiori.
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.