My Blog

Il richiamo del nostro addio


Ho provato a starti accanto e a tenere sui miei palmi il tuo cuore senza spezzarlo e senza sgretolare i tuoi sogni. Ti ho lasciato avvicinare così tanto da farti sentire il battito della mia anima.

Ho taciuto ogni parola che potesse turbare la tua indomabile fragilità. Mi sono seduta accanto a te in silenzio, stringendo la tua mano perché ho sempre pensato di doverti far prendere le tue decisioni nella massima libertà possibile.

Ti ho ascoltato in ogni momento anche quando non avrei voluto farlo. Ti ho osservato mentre ti allontanavi da me inseguendo i miraggi delle tue convinzioni. Ho amato ogni singolo istante vissuto. Anche le mie lacrime assiepate agli angoli dei miei occhi e il modo in cui siamo caduti nei nostri reciproci sguardi.

Ma adesso la mia valigia è pronta. Adesso non posso più restare perché combattere contro il tuo muro è diventata una lenta agonia. Vorrei che tu riscrivessi questo finale in virtù della profondità di ciò che c'è tra noi, in virtù di questa cosa a cui non sai dare un nome. Ma so che non lo farai mai. È più facile perdermi, perdere tutti i nostri anni piuttosto che afferrarmi. E così non mi resta che ascoltare il canto del nostro addio.



Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.