My Blog

Differenze

Sembra che il tempo abbia deciso di restituirci gli ultimi scampoli d'estate prima di cedere il posto all'autunno. Me ne sto qui nella mia camera ad aggiornare il blog, ascoltando musica e riflettendo come al solito su tante cose. Prima di tutto ho dovuto correggere un'incongruenza all'interno del libro. Io e le date non andiamo proprio d'accordo. E dire che il professore di storia moderna me lo ha ben sottolineato, ahimè a ragione, dandomi un 29 anzichè un 30 per la scarsità di memoria avuta a proposito di quando iniziò il protestantesimo. Ora spero di aver risolto il problema nel mio testo. Ho letto il post lasciato da un anonimo (anche se per me anonimo non è) e ha lanciato un quesito molto interessante a parer mio. La diversità tra le persone. Il dubbio se ci si può innamorare di chi è diametralmente il nostro opposto. Sicuramente non è cosa da altra dimensione. Sicuramente è possibile. Ma io non ci credo alla regola degli opposti che si attraggono. E' vero che non credo a tante cose, ormai, sull'amore, ma questa è un'altra storia. Forse per i primi tempi può essere bello confrontarsi con chi la pensa diversamente da noi, mangia un gelato dai gusti strani, vede programmi di cui fino ad allora ignoravamo l'esistenza, ha hobby stravaganti e magari che ne so, ogni domenica si lancia da un aereo per fondersi con l'aria. Interessante, stimolante e condannato a spegnersi come tutte le passioni passeggere. Alla lunga la diversità profonda emerge, e quando emerge pesa. Ci si ritrova a desiderare cose opposte, a voler uscire quando l'altro ama starsene a casa a leggere, a correre a discapito di lui o lei che cammina lentamente. Non riuscirei a sopportare una situazione del genere. Non potrei reggere con un uomo accanto che non comprende il mio universo, sentendosene spaesato. Posso accettare di avere un compagno differente ma non al punto tale da dover evitare di confrontarmi con lui sui libri, la scrittura, la letteratura. Questi aspetti compongono una consistente parte della mia vita e senza di essi mi sentirei persa. Mi sentirei finita. Sarebbe come trovarsi a seguire un film al cinema e riderci su per motivi completamente diversi. Amore è anche comprensione reciproca. E' guardarsi negli occhi e sapere già cosa pensa l'altro. Senza bisogno di parole. E' perdersi nei reciproci esseri dimenticando il resto del mondo. Io l'amore lo vedo così. E voi?
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.