My Blog

Shamela e Mister B.

Oggi voglio raccontare una storia. Una storia inventata, in cui come si dice nelle migliori occasioni, qualsiasi tipo di riferimento è puramente casuale. Iniziamo ad elencare i protagonisti. Shamela, fanciullina di età avanzata, viveva ossessionata dall'incapacità di trovare un essere maschile serio che potesse finalmente portarla all'altare. Perchè così il sesso diventava legittimo, il lavoro poteva anche evitare di cercarselo e i figli potevano tramutarsi negli allegri gingilli del suo inutile tempo. Mister B. omaccione fedele come un cane San Bernardo, scavezzacollo, leader indiscusso della sua banda, così sicuro di se stesso da aver inventato lui il termine "narciso". I due sconosciuti trascorrevano lietamente le loro ore tenendo compagnia agli amici e paventando un affetto così profondo da minacciarli se solo avessero OSATO pensare ad un loro PRESUPPOSTO comportamento sbagliato. I giorni passavano, le stagioni idem fino a quando ORRORE i tipi bravi si incontrarono. E...fiori, musica di sottofondo, petali di rosa, promesse d'amore per la nostra Shamela che si convinse di aver trovato finalmente l'uomo della sua vita, ovvero un disgraziato che desse retta alle stronzate che concepiva durante la notte quando chissà cosa combinava sotto lenzuola immacolate solo di nome. Mister B. da macho quale si definiva abboccò solo in virtù di soddisfare finalmente Mister B. Junior, forse stanco di tintinnarselo da solo. La loro relazione perdurò nonostante gli ostacoli, nonostante lei fosse una vipera nascosta sotto una brutta faccia da santa e lui un folle che si inventava tradimenti inesistenti. Onorarono a fondo il vecchio detto: Dio li fa e poi li accoppia. Poi un giorno Mister B. si stancò di fare il tipo a posto, recitare una parte gli stressava eccessivamente i due unici neuroni del suo cervello e ruppe la promessa di matrimonio, sostentamento e discendenti. TRAGEDIA! Shamela era disperata. Ora il suo sogno si era frantumato. Come poter trovare una soluzione? Semplice. Tormentarlo fino allo sfinimento, farlo cedere nel sedile posteriore della sua mini car e acchiapparlo. Se lui avesse schlerato dandole addosso in futuro per non riuscire a staccarsela di dosso, lei avrebbe potuto divulgare ogni dettaglio della loro vita sessuale mostrandosi come la vergine impunemente violata da un bruto che le aveva promesso oro e le aveva regalato piombo.
Questa è la storia. Cosa ci insegna? Insegna a non fidarsi delle pseudo suore a cui tutto il mondo va contro. Insegna a non doversi mai fidare delle persone, nemmeno quelle che puoi conoscere da una vita e mezzo. Insegna a non aspettarsi nulla da nessuno. Si evitano grattacapi e delusioni.
Grazie.
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.