My Blog

Ribellioni

Si può difendere una sola notte di passione? L'incontro casuale in un locale e il sesso ad esso connesso avente la durata di qualche ora? Chi è d'accordo a sostenere questo genere di "parentesi esistenziale"?
Personalmente non trovo nulla di condannabile in una simile scelta. Se capitasse di conoscere una persona e di essere consapevoli di non poterla rivedere più, lasciarsi andare alle emozioni diverebbe la logica conseguenza di un desiderio improntato a voler assaporare ogni minima sfaccettatura del momento. Ovviamente se la nostra indole è predisposta a questo. Ovviamente se si è nell'ottica che un "dopo" non ci sarà mai.
Sarebbe un lanciarsi nel vuoto, godere l'ebrezza dell'attimo, toccare la possibilità di assommarsi ad una libertà senza catene nè ripensamenti e farsi beffa di tutti i condizionamenti mentali a cui la società, l'educazione ricevuta, i timori ci hanno abituati.
Alle volte vorrei essere così. Vorrei strapparmi di dosso un pò della mia forma mentis per vedere cosa si prova a correre senza la minima preoccupazione delle conseguenze. Magari potrebbe curare le ansie e le paure. Magari mi aiuterebbe ad affrontare i giorni con meno stress. Ma so che se accettassi il letto di uno sconosciuto o qualsiasi altra cosa non relazionata alla mia personalità finirei con lo stare peggio perchè avrei tradito principi, buon senso e idealità.
E io, dopo tutto, mi vado bene così.
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.