My Blog

Stagioni d'artista

Vorrei che l'estate fosse già terminata. Svanita insieme a tutto il suo carico di caldo, afa e assenza di pioggia. Svanita nella foschia del mattino e sostituita dall'autunno, di quelli veri. Originali. Con il classico odore delle castagne cotte sul fuoco da qualche bizzarro viandante alla ricerca di un sogno di felicità realizzabile solo per metà. Non è speranza vanesia la mia. E' necessità di vita perchè non avendo più di fronte i colori pastello della bella stagione, "patirei" meno il non poter usufruire di tempo libero sufficiente per me stessa, troppo presa dallo studio. Troppo presa da un sacco di cose. E in questo quadro atmosferico sentimentale mi viene da domandarmi se realmente la "condanna" di ogni scrittore o quasi scrittore, sia quella di registrare il mondo attraverso lenti sfocate e d'amare le persone, inevitabilmente, sebbene queste il più delle volte deludano amaramente. Se il "peccato" dell'artista sia quello di ricercare strenuamente il riconoscimento degli altri, nel suo bisogno cieco di comunicare emozioni. Di suscitare brividi, sorrisi e lacrime in chi assorbe le sue opere. Esistono risposte per queste domande?



Foto di [auro]
(Licenza Creative Commons)
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.