My Blog

Oceano Mare

Oggi ho terminato di leggere il libro Oceano Mare di Alessandro Baricco, l'autore che amo svisceratamente più di ogni altro. E' la mia icona. Il mio idolo letterario contemporaneo. La sua scrittura fa voli stupendi dal passato al presente al futuro, prendendoti, senza che te rendi pienamente conto, per mano e portandoti dentro alla storia. Ai personaggi. A quei mondi surreali e reali al tempo stesso. Oceano Mare è un'opera che parla del mare. Sembra uno stralunato gioco di termini identici eppure è così. Parla del mare che può essere grande come un oceano e minuscolo come un lago. Di vite diverse che s'intrecciano, lentamente, sempre di più, nel procedere della lettura. Di una locanda, la Locanda Almayer nella quale si consumano esistenze che non sono tali, sogni irrealizzati e bambini forse mai nati. Immergersi in quelle atmosfere è toccare le corde di una melodia della quale s'imparano le singole note con facilità estrema e difficoltà indicibile. Oceano Mare siamo tutti e non siamo nessuno. Oceano Mare è la promessa di un'illusione forse concretizzata, forse smarrita. Indimenticabile.

"Ha 38 anni, Bartleboom. Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e le scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei? Lui pensa che quando s'incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle
- Ti aspettavo.
Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo d'inchiostro blu si prenderà gli anni - i giorni, gli istanti - che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo
- Tu sei matto.
E per sempre lo amerà. "
(Alessandro Baricco - Oceano Mare - Rizzoli)


Foto di Iguana Jo
Licenza Creative Commons
http://www.flickr.com/photos/iguanajo/
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.