My Blog

Nell'incanto d'un giorno che finisce

Ogni tanto s'eleva il canto delle mie solitudini. Ricordi d'amori infranti. D'amicizie spente. Di timori intrinseci del non so da dove iniziare per smettere di pensare. Così alla ricerca di quiete, metto a tacere ogni malessere mentale e fisico. Posiziono, con l'accurattezza d'un generale pronto ad affrontare la sua battaglia, le cuffie e accendo l'Ipod. Basta poco per farmi entrare la musica nelle orecchie, sentirla scivolare sotto pelle e scuotermi anima. Cuore. Sensi. Orchestra sinfonica alla ricerca di un sé soltanto temporaneamente dimenticato. E il tempo scorre abbracciando la sera nascente. Scorre ingoiando nella perfetta linea dell'orizzonte cittadino il sole. Scorre dipingendo in un nero perfetto i puntini bianchi delle stelle. Le immense gru osservate ogni giorno dalla scrivania del computer, rattrappiscono lentamente i singoli movimenti, congedandosi dagli operai nella promessa di un rinnovato domani.
I nostri anni hanno racchiuso dentro se stessi qualche insondabile aspettativa, passati dolorosi, gioie assaporate nel loro gusto agro dolce, mani cercate e poi strette. Mani lasciate perchè nulla può essere trattenuto contro la rispettiva volontà di occhi cancellati.
La brezza spirante da lande lontane sembra accarezzare i vetri delle finestre e le piante ripiegate in un apparente resa sui balconi. Note di me scuotono le vibranti sensazioni di stanchezze mal celate. A piedi nudi mi vien voglia di vagare oltre il mare.


Foto di Ivuliena
http://www.deviantart.com/
http://ivuliena.deviantart.com/
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.