My Blog

Per un momento ancora

Un giorno. Un pomeriggio invernale. Io. Seduta tra i miei libri. Stranamente c’è silenzio in casa. Stranamente la quiete è riuscita a vincere l’avvilente spada di rumori, determinati a fagocitare chiunque si azzardi a venire meno al proprio dovere di soldato perfetto. Poi un suono. Somiglia a quello del pifferaio magico. Somiglia a quello di giocolieri di un circo che se ne va. Somiglia a quello di un suonatore ambulante. Incantatore di chi vuole lasciarsi incantare dalla sua musica. Da note acute e dimesse che dipingono nell’aria l’impressione di un addio. O forse il ricordo di notti perse a cercare amori stoltamente conficcati tra le mura di edifici arroccati in vie smaltate di grigio. È un richiamo cui non si può resistere. Magari finirò risucchiata in una qualche dimensione strampalata, divenendo la nuova Alice nel paese delle meraviglie. Da bambina mi sarebbe piaciuto. Apro i vetri e immediatamente la brezza gelida corre a solleticarmi i capelli. Apro i vetri, rivolgo lo sguardo sull’incrocio ed ecco dove stava la magia. Sono i carri del Carnevale. Grandi. Colorati. Giganteschi pupazzi semoventi impegnati a sorridere a orde di ragazzini vestiti da corsari. Poliziotti. Fatine. Maghi. Streghe. Dragon Ball. La fantasia si concretizza tra le pieghe del presente. E a me non resta che sorridere. Non resta che sorridere e sentirmi ragazzina per un momento ancora.

Foto di brtsergio
Licenza Creative Commons



Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.