My Blog

19 marzo


Ci sono ricordi che ti restano appesi dentro il cuore, al di là del tempo e dello spazio. Ricordi vividi come i giorni d’estate. Ricordi dal sapore di gelato al cioccolato. O di morositas mangiate davanti al televisore mentre “Holly e Benji” scorrono nel piccolo schermo di una sala rettangolare.
All’epoca ho dieci sudati anni. Viviamo ancora nella casa sopra il negozio di vestiti, quella con la veranda affacciata direttamente sui giardini pubblici. Teatro di stentati tentativi d’imparare a salire su una bicicletta a due ruote. Mamma lavora dal mattino fino al pomeriggio, mentre papà, impiegato delle ferrovie statali cambia turno a seconda della settimana. Quando fa il pomeridiano è lui ad accompagnarmi al bar di nonna, in attesa che lei mi porti alle elementari.
Col mio bel grembiule bianco mi fermo davanti allo specchio a pettinare i capelli biondi. Sono sempre troppo lunghi. Mi stufa cercare di dargli un aspetto decente. Uffa…li lego e non se ne parla più! Buona idea. Ma chi m’aiuta nella titanica impresa? Dentro casa non c’è una donna ed io sono ancora troppo maldestra (in verità ogni tanto lo sono ancora oggi…) per riuscire a chiudere i ciuffi miele dentro a un elastico microscopico. M’arrabbio, contraendo l’espressione del volto in una smorfia, mentre le guance diafane si colorano di rosso vivo. Papà! Papà! Papà devi venire subito! Lo chiamo a gran voce e lui arriva guardandomi con aria perplessa.
«Che c’è? Guarda che è tardi!»
«Lo so mettimi sti cosi»
Nervosa gli poso in mano spazzola e fermacapelli, imponendogli senza mezzi termini d’improvvisarsi parrucchiere del venerdì.
«Va bene»
Sospira e inizia a disegnare sulla testa la riga in mezzo per dividere la mia folta capigliatura in due ciuffi. L’opera conclusa non è esattamente l’esempio della perfezione ma pazienza.
Sorrido nuovamente allegra, afferro lo zaino di scuola e aspetto mio padre sul pianerottolo, consapevole di avere ormai venti minuti buoni di ritardo sulla tabella di marcia. Nonna capirà mi dico. La maestra non lo so, ma nonna sì!

Buon diciannove marzo a tutti i papà del mondo (mio compreso naturalmente!)


Foto di Dig-Pho-Art
www.deviantart.com
http://dig-pho-art.deviantart.com
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.