My Blog

Dove la paura ti frena, il cuore palpita


Si può dimenticare come si ama? Oggi con un cielo inondato da nuvole grigie, mi sono alzata con un simile pensiero nella testa. Rifletto sul passato, mi specchio nel presente e avverto il turbamento di chi teme d’esporsi. Di chi teme di non riuscire ad aprire più il suo cuore a nessuno. La paura ti fa diventare strana. Ti porta a erigere un muro e sebbene pensi che al momento opportuno crollerà in un tonfo assordante, rimane nell’anima la consapevolezza di non aver mai incontrato, fino ad ora, una persona realmente disposta a prenderti la mano e a tirarti via, per condurti a lui. La vita è frenetica. I giorni trascorrono e trascolorano tra studio, impegni, speranze e sogni sospesi a metà tra il cielo e la terra. Spesso non ho tempo di sentire quel vuoto. Spesso dimentico di percepirlo e non è tanto male. Ma quando mi fermo. Quando mi fermo e guardo l’amore riflesso negli occhi, negli atteggiamenti altrui, avverto nitida la malinconia dei sensi addormentati. L’assenza d’emozioni forti. Il cuore impazzito. La mente poco lucida. Quel bisogno di stare insieme, d’abbracciarsi, di discutere anche, perché no? Condividere con qualcuno un’ora del proprio tempo incrociando le reciproche emozioni è quasi una magia.
Non so cosa farò stasera. Non so se mi catapulterò in giro con gli amici. Al momento mi limito a immergermi nel tepore di una vasca, ascoltando musica e viaggiando con la mente lontano da qui.

Foto di werol
Licenza Creative Commons
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.