My Blog

La festa della donna

Mi sono sempre chiesta per quale motivo l’8 marzo si celebrasse la festa della donna. Questa mattina, effettuando delle ricerche in internet ho avuto la mia risposta.

“L'origine della Festa dell'8 Marzo risale al 1908, quando un gruppo di operaie di un’industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare.
Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu proprio l'8 Marzo che la proprietà dell'azienda bloccò le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire dalla stessa.Un incendio ferì mortalmente 129 operaie, tra cui anche delle italiane, donne che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità del lavoro.
Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane che, come le altre, cercavano di migliorare la loro condizione di vita. L'8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.
L'8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata.
Non è una "festa" ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso. “
(tratto da http://www.amando.it/festa-della-donna/storia.htm)

In verità non è sicuro che il luogo dell’incendio fosse New York, su altri siti emergono date e città diverse come Cotton (1908) o Pietrogrado (1917). Ma al di là di questo è importante tenere in considerazione il filo conduttore delle leggende legate a tale giornata: il grido unico delle donne volto a far rispettare i propri diritti. Per non essere più sottomesse da una società troppo a lungo maschilista. Per essere finalmente libere di scegliere.
Dunque, riflettiamo sull’importanza del significato della ricorrenza. Guardiamo il mondo e chiediamoci come sia possibile avere ancora paura a girare per strada di notte, da sole. Chiediamoci come sia possibile decretare il massacro di figlie colpevoli solo di amare chi non avrebbero dovuto. Chiediamoci PERCHÉ accade ancora lo scempio della comune esistenza umana. Domandiamocelo e chiniamo la testa nel rispetto di coloro che non ci sono più.
Auguri a tutte le donne.

Foto di Jo-one
http://jo-one.deviantart.com
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.