My Blog

Insofferenza


Oggi non ho voglia di lacrime. Non ho voglia di parole. Non ho voglia di niente. Vorrei solo oziare fissando la luce bianca della lampada a neon, appiccicata sul soffitto come se fosse improvvisamente dotata di mani invisibili. Il tempo scorre eppure mi sembra immobile. Guardo il PC, penso al racconto che mi frulla in testa, ma la storia non riesco a farla uscire. Non ora. Non in questo momento. Verrà l’attimo giusto. Verrà l’istante in cui riverserò sul virtuale schermo i moti di nuovi personaggi. Di nuovi personaggi e il seguito del romanzo.
È tutto un po’ statico. Ed io odio la staticità. La odio ma nonostante questo me ne sto ferma a fissare la notte scendere. Arriva presto in autunno. Le ore di sole si accorciano ed io vado in debito di luce. Sono l’opposto degli amanti della sera.
Ho buttato giù la mia breve biografia qualche minuto fa e l’ho trovato buffo, inusuale. Non sono abituata a certe cose. Spero vada bene all’editore.
Poi.
Poi sento un tormento nell’anima e vorrei farlo tacere. I soliti demoni persecutori. Mi lasceranno mai in pace? Ne dubito. Prima o poi dovrò chiamare un’acchiappa fantasmi.
Scivolano le ore. Scivolano i minuti. Quasi quasi dormirei.
Quasi quasi vorrei fare sogni belli stanotte


Foto di Supermalade
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.