My Blog

Pazzi...da volantini!

Non so se avete mai visto Pollyanna, il cartone animato (ripreso dal celebre libro) dove una bambina sfigata in tutto, cerca di vedere sempre il lato positivo della vita. Roba da prenderla a schiaffi dalla mattina alla sera per poi dirle: “Ecco, ora trovami il bello in questo!”. Va bene. Non divago e cerco di trattenere l’incredulità di fronte a persone che non sanno nemmeno dove sta di casa l’educazione. Secondo me hanno solo due neuroni nel cervello. Uno per dormire e uno per mangiare.
Oggi, io e Spratz, abbiamo volantinato per l’intera mattinata per recuperare due ore perse mercoledì. Fin qui niente di strano. Mezze insonnolite ma sempre super energetiche ci siamo date da fare in una zona, dove è bene andarci di giorno per essere sicure di non avere brutti incontri. Qualcuno potrebbe obiettare sostenendo “i delinquenti non hanno orario”. Sarà anche vero ma lì alle sette e mezzo del mattino passano a malapena dei cagnolini (unica nota simpatica).
Di edificio in edificio c’inoltriamo in un vialone pieno zeppo di macchine e palazzoni. Il “paradiso del volantino” avrebbero dovuto chiamarlo. Felici e soddisfatte arrestiamo il passo in un portoncino per vedere se c’è la cassetta della pubblicità, quando all’improvviso esce un energumeno vecchio e grasso (siamo perseguitate da certi tizi orribili a quanto pare) gridando “Qua nun ce li mettete i volantini!” e l’indomita Sprazzina ribatte “E perché? È pubblicità” e quello: “T’ho detto quelli no! Capito?”. Minaccioso, agitando con la mano pelosa una cassa di legno vuota, c’ha guardate pronto ad azzannarci al collo se solo avessimo “osato” varcare quella soglia. Ecco in quel momento ho desiderato d’essere un uomo per andargli davanti e a muso duro, faccia a faccia, intimargli di ripetere ancora quel bell’invito. Dico io ma chi si crede di essere? Se gli fa tanto schifo la pubblicità, avrebbe potuto parlare in modo molto più garbato e gentile. A noi davvero non interessa un cavolo dei suoi problemi psichici. Se non fosse che vogliamo evitare lamentele ai nostri datori, gli avremmo scaricato una scatola intera davanti alla porta! Puzzone antipatico.
Non ho mai subito tante intimidazioni come nello svolgere questo lavoro. Secondo me dovrebbero aumentarci lo stipendio visto il rischio!

Foto di auro
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.