My Blog

Passaggi lenti


Siamo viandanti solitari ogni tanto. Gente senza volto né nome che avanza sulle strade alla ricerca d’identità smarrite nel fondo oscuro di speranze disperse. Disperse in un vento che ha il sapore di fragole, di miele e di cioccolate calde versate dentro variopinte tazze.
Siamo eremiti rinnegati da un mondo infame. Rannicchiati nel buio di stanze distrutte. Figli del tramonto e reduci dell’alba.
Abbiamo labbra screpolate da impervie nostalgie e passi insicuri sull’arcobaleno del destino. Cerchiamo serenità. Certezze. Sorrisi. Senza trovarli. Senza trovare niente a parte il lento battito di anime piangenti, immerse nelle invisibili ampolle di ricordi appena nati. Nati e persi. Nati e ignorati.
Il tempo somiglia a una promessa. Es el canto aprendido de memoria por el oculto vientre de la naturaleza. È il lento passaggio da un’età all’altra. Da una fragilità all’altra. È fermarsi per ascoltare chi non ha più voci da donare.
Un rosso intenso inonda le viscere dell’universo e mette a tacere i residui di un umanità cresciuta a pane e solitudini. I perché ci stanno impressi sulla pelle. A sangue. Indelebile marchio del pensiero.
Taccio.
Ancora.
Y todavía.


Foto di pigarot
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.