My Blog

La giusta collocazione di me


Scivola la sera, lenta abbraccia gli ultimi scampoli di giorno e li dilegua in una stretta sottile che sa di ricordi, sussurri e sguardi nascosti, rubati a un respiro.
C'è una luna tonda e bianca, qui. È sopra di me, l'ho vista per caso e sono rimasta imbambolata a guardarla per un istante vicino all'infinito. 

Ho spento i pensieri.
Ho acceso un sogno.
Ho rievocato un'emozione.
Si capiscono tantissime cose quando fai tacere il resto del mondo e camminare solo il tuo sentire, il tuo istinto:

le bugie,
le assenze,
le verità,
gli affetti,
i legami,
le andate e i ritorni.

Siamo viaggi, dopotutto.
Questo penso. Luoghi da visitare e viaggi da compiere.
Alle volte si sbaglia treno e destinazione, altre volte il compagno, la carrozza, il giorno. Ma prima o poi, presto o tardi, si finisce per scegliere bene: il tempo giusto, la persona o le persone simmetriche a te, il vagone più accogliente. Prima o poi tutte le cose s'incastrano e trovano il proprio posto.
Ecco perché ogni tanto non ho così paura di aspettare.
Avrò anch'io la giusta collocazione di me.



Foto di cumulonymbus
Posta un commento

Deserti di cioccolato Designed by Templateism | MyBloggerLab Copyright © 2014

Powered by Blogger.